Bitcoin: cosa sono e come sono nati

21 Novembre 2014
(1 Vota)

Come saprete da quest'altro mio articolo, mi sto appassionando di bitcoin e sto cercando di trasmettervi la mia esperienza.
Vorrei però fare un piccolo passo indietro e spiegare in maniera semplice cosa sono i bitcoin, come sono nati e quale è stata la loro evoluzione.
Solo in questo modo, a mio parere, si può ipotizzare quale sarà il loro futuro e capire se possano essere un investimento "rischioso" ma "altamente remunerativo" o semplicemente una bolla che scoppierà, l'ennesima grossa fregatura.

 

bitcoin2

 

Da Wikipedia:
"Bitcoin (simbolo: ฿; codice: BTC o XBT) è una moneta elettronica creata nel 2009 da un anonimo conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, implementando un'idea dello stesso autore presentata su Internet a fine 2008. Convenzionalmente, il termine Bitcoin maiuscolo si riferisce alla tecnologia ed alla rete mentre il minuscolo bitcoin si riferisce alla valuta in sé"

Quindi non si sa nemmeno che li abbia inventati!
Sarà stato un uomo, una donna o un gruppo di persone? Sono tante le teorie al riguardo, ma nessuna è stata provata.
In giapponese "satoshi" significa "pensiero chiaro, veloce e saggio", "naka" può significare "medium, dentro o relazione" e "moto" può significare "origine o fondamento", ma non si sa se questi significati abbiano davvero ispirato la persona che ha inventato il sistema Bitcoin.

 

Bitcoin è una delle prime implementazioni di un concetto chiamato criptovaluta: una valuta paritaria, decentralizzata digitale la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta in sé.

Quindi non esiste nessun ente centrale che ne controlla l'erogazione, nessuna banca centrale che si occupa di gestire la sua politica di emissione secondo fini non sempre trasparenti. Nessuno può controllarne il valore a causa della natura decentralizzata del metodo di creazione della valuta.

Approfondiamo un attimo come si svolge questa "creazione della valuta": nuovi bitcoin sono creati da un nodo della rete ogni volta che trova una soluzione ad un difficile problema matematico (cioè, ogni volta che crea un nuovo blocco) per cui è possibile calcolare un tempo medio necessario per l'operazione. La difficoltà del problema da risolvere viene aumentata nel tempo in modo che nei primi anni di esistenza della rete BitCoin verranno creati (scoperti) 10.500.000 di BitCoin. Tale quantità viene dimezzata ogni 4 anni, quindi nei 4 anni successivi i nuovi BitCoin saranno 5.250.000, 2.625.000 negli anni dall'ottavo al dodicesimo e così via. Il totale dei BTC creati in totale nel tempo raggiungerà al massimo poco meno di 21.000.000.

Eh !?!?! Cosa vuol dire ? In parole semplici, la quantità di valuta in circolazione è limitata a priori, ed è perfettamente prevedibile; l'inflazione da valuta in circolazione non può quindi essere utilizzata da un ente centrale per ridistribuire la ricchezza tra gli utenti.

 

bce

 

 

Ma è sicuro investire in bitcoin? Beh, decisamente si tratta di un investimento ad altro rischio, la fluttuazione del valore dei bitcoin è ancora molto alta, ci sono stati giorni in cui si è verificata una variazione anche del 20%.

Se si osserva il grafico dell'andamento del valore dei bitcoin, si noterà che hanno raggiunto il loro massimo in maniera esponenziale alla fine del 2013 per poi subire un drastico ridimensionamento. In effetti c'è stato un notevole ribasso dovuto al caso Mt. Gox. che ha dato un duro colpo alla moneta virtuale e che ha fatto gridare in molti alla fine dei bitcoin.
Certo, le speculazioni ci sono e anche tante nel mondo Bitcoin, basti vedere come la maggior parte dei traders li abbiano messi nel loro portafoglio e cerchino di guadagnare sulle loro violente oscillazioni.
Ma ci sono anche sempre più personaggi autorevoli che credono in questa valuta (ad es. Bill Gates) e sempre più attività commerciali accettano pagamenti in bitcoin (ad es. Amazon USA): sicuramente il concetto che sta dietro a questa criptovaluta si sta diffondendo.

bitcoin3
 

 

E il futuro? Il sistema Bitcoin mi piace molto, ma cosa potrebbe farlo fallire ?
Si certo, tra le possibile cause di un loro flop potrebbe esserci una drastica diminuzione degli utenti che lo usano, un attacco frontale del sistema da parte dei governi, il passaggio a qualche altra criptovaluta nel momento in cui se ne scoprisse qualcuna più appetibile dotata di algoritmi migliori.
Ma al momento questo sistema appare ancora solido e si sta diffondendo sempre più.
Quindi... stay tuned !

 

Fabio Caniggia

Artista Marziale, Blogger e Consulente Informatico.
Per il resto, "Chi sono io" è la domanda esistenziale – il koan – per eccellenza e non posso certo rispondervi in 2 righe !

Fabio CaniggiaAutore: Fabio Caniggia
Artista Marziale, Blogger e Consulente Informatico.
Per il resto, "Chi sono io" è la domanda esistenziale – il koan – per eccellenza e non posso certo rispondervi in 2 righe !

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione privacy facendo click sul pulsante "DETTAGLI"